Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community

Problem solving e decisione: aspetti logici, psicologici e neuroscientifici della giustizia penale

Type
Progetti nazionali
Research programme
PRIN 2011/11
Sponsor
MIUR
ERC panel
SH4_3 - Neuropsychology and clinical psychology
Periodo
23/10/2012 - 01/02/2016
Coordinator
Georgia Zara

Project participants

Project description

Variabili di ragionamento ed emozionali, oltre che psico-criminologiche, psicopatologiche, e neuropsicologiche, contribuiscono ad accentuare la vulnerabilità individuale rispetto all’influenza di processi di rischio antisociali. Il quesito da cui partire è quello di capire se il vigente divieto di perizia psicologica abbia ancora un senso a livello scientifico e processuale. Lo scopo di questo lavoro è quello di studiare il funzionamento mentale in individui adulti con un adeguato adattamento sociale e in adulti coinvolti in percorsi criminali e violenti. La ricerca si articolerà sia nell’analisi dell’interazione che fattori cognitivi, affettivi ed emozionali hanno sul comportamento, sia dei riflessi che la materia esercita in tema di imputabilità e modalità probatorie, facendo riferimento alle metodologie recentemente proposte ai fini dell’accertamento della colpevolezza. Considerate le restrizioni che la legge italiana pone alla perizia psicologica – vietata sull’imputato adulto nel giudizio di cognizione, ma ammessa sul già giudicato ai fini dell’esecuzione della pena o della misura di sicurezza, nonché sui testimoni, onde valutarne «l’idoneità mentale» a deporre – ci si interrogherà sulla perdurante attualità del predetto divieto. Si approfondiranno gli aspetti giuridici e psicocriminologici delle conoscenze di base, teoriche e sperimentali della psicologia cognitiva, della genetica comportamentale e della psicopatologia clinica nell’ambito della giustizia penale. Alla luce dei risultati ottenuti negli esperimenti condotti all’interno di questo progetto, si lavorerà allo sviluppo di procedure e modelli basati sull’evidenza scientifica che potranno sostenere, e forse facilitare, i processi di presa di decisione alla base della valutazione dell’imputabilità, degli elementi soggettivi del reato, della pericolosità sociale e criminale, della capacità di stare in giudizio e dell’idoneità a testimoniare.

Last update: 15/12/2016 10:18
Location: https://dippsych.campusnet.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!